Il termine bruxismo indica il digrignamento dei denti causato dalla contrazione dei muscoli masticatori. Questo fenomeno si verifica soprattutto durante il sonno o quando si è sotto stress.

Secondo le più recenti stime, ben 30 bambini su 100 soffrono di questo problema. Purtroppo ai giorni nostri non è ancora chiaro da cosa derivi il bruxismo. Sicuramente la tensione nervosa sotto forma di ansia e stress è un fattore di rischio per questa patologia: periodi molto stressanti possono portare ad un peggioramenrto a chi già ne soffre o possono far emergere questa patologia.

Le conseguenze del bruxismo sono che intacca direttamente i denti, e talvolta può portare a cefalee e otalgie. Spesso il digrignamento dei denti  può provocare anche ronzii.

Se non correttamente curato, con il passare del tempo il digrignamento può consumare lo smalto e causare un aumento della sensibilità orale nei confronti di sostanze calde o fredde,  problemi mandibolari, fino ad interessare le articolazioni temporo-mandibolari.

Durante la visita odontoiatrica possiamo diagnosticare questa patologia. Spesso le persone che soffrono di bruxismo non ne sono al corrente: molte volte, infatti, sono i conviventi ad accorgersene. I segnali che vanno tenuti in considerazione sono  il rumore dovuto al digrignamento durante il sonno, i dolori alla mandibola o alla faccia durante il risveglio, morsicature all’interno della guancia.

La terapia classica del bruxismo prevede la costruzione di un bite  personalizzato che dovrà essere portato  la notte in base ai vari casi clinici.

Il bite è una mascherina trasparente personalizzata,  che viene costruita su misura in base alle impronte del paziente.

Se pensate di soffrire di bruxismo, richiedete una consulenza presso il nostro studio. Valuteremo la situazione della vostra bocca e sapremo indicarvi la soluzione più adatta al vostro caso.