Orecchini, bracciali, anelli, ma soprattutto i piercing possono essere la causa di cefalee, mal di schiena, dolori facciali, ipoestesie, nevralgie, acufeni, ronzii,vertigini, dolori alla schiena alle ginocchia e caviglie e di altri fastidi apparentemente inspiegabili.

Sembra impossibile eppure i materiali di cui sono fabbricati influiscono sulla nostra postura, alterandola e provocando disturbi di vario genere.

All’origine del fenomeno c’è il cosiddetto bimetallismo,cioè il principio della pila elettrica.
La differenza di potenziale tra due metalli, in presenza di un fluido, produce un passaggio di corrente. Ma che relazione c’è tra l’elettricità e la nostra postura? C’è che i muscoli rispondono agli stimoli elettrici, e non possono sottrarsi all’impulso provocato dalla presenza sul corpo di due metalli dal potenziale elettrico diverso.

E’ sufficiente indossare due gioielli, orecchini e bracciale, anello e piercing, girocollo e fede, di metallo diverso, e dunque con potenziale diverso (oro e argento, acciaio e oro, etc.), per andare incontro a una contrazione che altera il tono muscolare, provocando asimmetrie e squilibri nella postura.

Ma a volte basta anche portare anche un solo accessorio, perché i metalli che indossiamo interagiscono anche con quelli nascosti, presenti ad esempio nelle otturazioni in amalgama, nelle capsule o negli impianti.

 

Un segno di questo fenomeno è la macchia scura che a volte troviamo inspiegabilmente sulla pelle, sotto al cinturino dell’orologio o sotto alla fede, determinata dalla migrazione di ioni che vanno a depositarsi lasciando una traccia.

L’influenza esercitata dagli oggetti di metallo sulla postura non basta da sola a provocare fastidi.
Perché provochi malessere e ricadute sull’organismo deve essere associata ad almeno altri due problemi posturali, cioè ad anomalie nell’appoggio plantare o della convergenza oculare.

{Per ridurre le conseguenze del bimetallismo è consigliabile non indossare oggetti di metallo, mettendoli solo quando si esce e toglierli durante la notte. Nel caso si abbiano metalli in bocca a causa di precedenti lavori è bene chiedere al proprio odontoiatra di sostituirli con materiali alternativi estetici.

Per verificare l’influenza del bimetallismo è necessaria una visita posturale.
In posizione eretta, con le braccia lungo i fianchi si misura la distanza dei polsi dal terreno, dapprima indossando i gioielli e poi togliendoli. Si noterà che tra la prima e la seconda valutazione ci sono differenze quali asimmetrie tra le due parti, che di solito si riducono quando si tolgono i metalli di dosso, fino addirittura, in alcuni casi, a scomparire del tutto arrivando a un allineamento totale.

Un’ulteriore conferma può essere ottenuta utilizzando un voltmetro, uno strumento che misura la differenza di corrente tra due punti in un circuito elettrico, nel nostro caso tra i due differenti metalli.

SCARICA GRATIS IL NOSTRO EBOOK POSTUROLOGIA FACILE

PER VERIFICARE L'INFLUENZA DEI METALLI IN BOCCA E' NECESSARIA UNA VISTA POSTURALE

Sai cos’e’ l’auricolo terapia posturale?

Che cos'è l'auricoloterapia e che rapporti ha con la posturologia? I padiglioni auricolari con la loro struttura cartilaginea, oltre a convogliare i suoni, sono la sede di punti e aree riflesse la cui stimolazione può influenzare le funzioni dell'intero organismo....

Sai cosè la posturologia?

Vi sono infinite definizioni del termine postura, ma la postura potrebbe essere definita come la disposizione del corpo in relazione all’ambiente esterno. Chiedete a chiunque di dimostrare una "cattiva" postura, ne risulterà che la maggior parte delle persone la...