Allarme carie nei bambini: il 6% ha denti cariati già a 2-3 anni, il 15% tra i 5-6 anni. La percentuale aumenta andando avanti con l’età: il 44% dei 12enni ha carie e il picco arriva tra i 15 e i 19 anni.

Una corretta alimentazione e un’accurata igiene orale basterebbero a risolvere il problema, ma a partire dai 6 anni è consigliato in ogni caso giocare d’anticipo e proteggere i denti con le sigillature: lastre protettive che si applicano sui solchi naturali dei primi molari e che difendono i denti dai batteri che danneggiano lo smalto.

Ricordiamo inoltre che all’inizio la carie è indolore: per scoprirla precocemente è bene dunque effettuare controlli periodici dal dentista, già dalla prima infanzia.

PRIMA: i solchi naturali dei denti

DOPO: le sigillature

COME PREVENIRE LA FORMAZIONE DI CARIE NEL BAMBINO

I denti da latte svolgono un’importante funzione nella masticazione e guidano il corretto posizionamento dei denti definitivi. Per un corretto sviluppo della dentatura, è dunque fondamentale prevenire l’insorgere di carie anche nei denti da latte e curarle quando si presentano. 

Ecco qualche consiglio per l’igiene orale del tuo bambino.

DA 0 A 6 MESI

Pulire la bocca del neonato, incluse le gengive, dopo ogni pasto. È sufficiente utilizzare una garza umida per 10-20 secondi ad arcata.

DA 6 A 23 MESI

Con la comparsa dei primi dentini si può cominciare a usare uno spazzolino a setole medie e testina piccola, con dosi minime di dentifricio al fluoro per bambini. Evitare l’utilizzo di biberon con latte o camomilla prima di andare a dormire e durante la notte. Sconsigliato anche l’uso del ciuccio con il miele.

DAI 2 ANNI

Lavare i denti 2-3 volte al giorno, ovvero dopo i pasti principali, con una quantità minima di dentifricio (l’equivalente di un chicco di riso è sufficiente!). I bambini devono approcciarsi all’igiene orale come puro divertimento e non come un obbligo: un adulto dovrebbe sempre controllare che il movimento sia corretto e intervenire se necessario. Cambiare subito lo spazzolino quando le setole si rovinano.

DAI 6 ANNI

Valutare con il dentista di fiducia la possibilità di sigillature preventive. Oltre alla normale igiene orale, cominciare a dedicare particolare attenzione alla pulizia degli spazi tra un dente e l’altro, con il filo interdentale.

Se desideri approfondire vieni a trovarci in studio all'Open Day "Ortodonzia del Bambino"

CIBI CHE AUMENTANO IL RISCHIO DI CARIE

La carie e causata da batteri che trasformano i carboidrati (lo zucchero è uno di quelli solubili) in acidi che,  a loro volta demineralizzano i denti per colpire inizialmente la parte esterna del dente, ovvero lo smalto, e poi progressivamente i tessuti più interni (dentina e polpa).

Meglio dunque evitare zuccheri, dolciumi, bibite e succhi di frutta, ma attenzione anche ai carboidrati e dunque a pane, cracker o alimenti fermentati da lievito e suoi derivati. Questi, infatti, stimolano le amilasi salivari, enzimi digestivi che abbassano rapidamente il pH della bocca promuovendo il batterio cariogeno.

PRENOTA ORA LA TUA VISITA SPECIALISTICA PRESSO IL NOSTRO STUDIO

Ti interessa questo argomento?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere info su questo e tanti altri argomenti!

Accetto la Privacy PolicyAccetto l'utilizzo commerciale dei dati


Logopedia e Ortodonzia

Logopedia e Ortodonzia

La logopedia è un ramo della medicina che si occupa della prevenzione, dell’educazione e della rieducazione della voce, del linguaggio e della comunicazione in età giovanile, adulta e geriatrica. La terapia logopedica mio-funzionale, consiste nella rieducazione della...

Call Now Button