Sopra i 60 anni il 60% delle persone russa la notte.

Il russamento innocuo si manifesta  occasionalmente, per esempio dopo l’assunzione di alcol.

Il russamento diventa patologico quando si verifica tutte le notti.

Quando ci si addormenta, i muscoli del palato, della lingua e della gola si rilassano.

Quando si è raggiunto un rilasciamento totale e ci si è addormentati ben bene, queste strutture possono ostruire il passaggio dell’aria mettendosi a vibrare rumorosamente.

Quali conseguenze si possono avere a causa del russamento?

Il sonno del russatore è meno riposante del normale. Quando il russare è costante può provocare, a lungo termine, seri problemi di salute, per lo più correlati alla sindrome delle apnee ostruttive del sonno che riguardano il 40 % dei russatori e dipendendo dall’età, dal peso e dal sesso.

Cosè l’apnea notturna?

Apnea significa “senza respiro“, perché nelle persone con apnee la respirazione si arresta ripetutamente durante il sonno, per almeno 10 secondi e spesso più a lungo, anche per più di un centinaio di volte in una singola notte.

La sindrome delle apnee notturne (OSAS) è un disturbo che colpisce più di due milioni di italiani.

E’ caratterizzata da “pause” o interruzioni del normale respiro durante il sonno.

Per difendersi da questa pericolosa riduzione di ossigeno a livello cerebrale è necessario che il cervello “si risvegli”, anche se per pochissimi secondi, cosa che a volte non viene neanche avvertita.

Chi soffre di apnea notturna può andare incontro a: sonnolenza diurna, stanchezza cronica, incidenti stradali, cefalee, ipertensione, infarto, ictus.

Come faccio a sapere se soffro di apnea notturna?

L’esame di riferimento per la diagnosi dell’apnea notturna è la polisonnografia, un indagine che si effettua con un apparecchio che consente di rilevare le apnee e permette di classificarle mostrando le alterazioni del ritmo cardiaco.

Ci sono terapie?

Per smettere di russare è necessario rivolgersi ad un valido specialista  nei disturbi del sonno.

Verrà eseguito un check up completo del vostro problema e in base a queste analisi viene decisa la terapia più adatta al paziente mediante o l’applicazione di Dispositivi intraorali, o la C- pap (erogatore notturno), o l’intervento chirurgico.

Il russamento notturno è una patologia frequentementemente associata al digrignamento dentario notturno o Bruxismo.

Scopri di più sul bruxismo in questo video a cura del Dott Maini

RUSSI LA NOTTE? PRENOTA ORA LA TUA VISITA SPECIALISTICA PRESSO IL NOSTRO STUDIO PER RISOLVERE IL TUO PROBLEMA

Aiuto! Mio marito russa!

  “Mio marito russa e smette di respirare durante il sonno”. Sentiamo spesso queste parole quando trattiamo i disturbi del sonno. Sappiamo che dormire con una persona cara che russa o ha altri problemi di respirazione durante il sonno è un esperienza frustrante....

Scopri come smettere di russare la notte !

Russare oggi è un problema molto frequente nella popolazione. Si calcola che più del 60% degli uomini e il 40% delle donne sopra i 60 anni russano. Nei trentenni le percentuali sono del 10% e comunque la tendenza al russare cresce dunque vistosamente con l’età. Queste...

Call Now Button