Perché usare il laser? Scopriamo insieme i suoi vantaggi !

La parodontite è una malattia lenta e senza sintomi, moltissime persone ogni anno soffrono di malattia parodontale, ma solo una piccola parte di queste si sottopone a cure.

Negli ultimi anni il laser ha rivoluzionato l’approccio a questa malattia riducendo al minimo l’invasività e quindi anche il disagio dei pazienti.

Grazie all’utilizzo del laser andare dal dentista per curare la parodontite oggi non fa più paura!

Il laser agisce attraverso una fibra molto sottile che riesce ad arrivare fino nel fondo delle tasche gengivali eliminando sia i batteri, che la gengiva infiammata, e stimolando la formazione di nuovo tessuto.

Il laser quindi promuove una biostimolazione profonda che stimola la guarigione dei tessuti infiammati senza dover eseguire un intervento chirurgico, in maniera veloce, senza dolore, e con una rapida guarigione.

Per il paziente ciò si traduce in arresto del sanguinamento, della infiammazione, riduzione notevole delle tasche gengivali, diminuzione della mobilità dentale.

Nei giorni successivi le cure avremo minore fastidio dei tessuti che si saranno rapidamente sfiammati perchè biostimolati e decontaminati, e minor dolore.

L’uso del laser trova indicazioni anche in assenza fisica di tasche parodontali, in tutti quei casi in cui le gengive sanguinano o nei casi di parodontite più lieve, per migliorare la risposta dei tessuti. Questo proprio grazie alla sua azione decontaminante e biostimolante.

Guarda il video qui sotto in cui il Dott. Maini spiega i benefici del laser in campo odontoiatrico

 

PRENOTA ORA LA TUA VISITA SPECIALISTICA PRESSO IL NOSTRO STUDIO

Menopausa? Attenzione alle gengive!

Con l’arrivo della menopausa, in media attorno ai cinquant’anni, avvengono tutti quei cambiamenti fisiologici legati all’alterazione ormonale, dovuti principalmente al repentino calo degli estrogeni. E’ evidente che il deficit degli estrogeni è responsabile di...