Tale sindrome è caratterizzata da ricorrenti episodi di ostruzione completa o parziale delle prime vie aeree durante il sonno.

Solo negli ultimi anni si è riconosciuta l’importanza dell’odontoiatra a fare parte del team multidisciplinare (neurologo, pneumologo, otorino, chirurgo, dietologo ecc.) atto a fare screening e ad intervenire nelle scelte terapeutiche dell’OSAS.

Un numero sempre maggiore di studi hanno dimostrato che l’odontoiatra con l’applicazione di dispositivi intraorali  può intervenire terapeuticamente nelle forme lievi e moderate dell’OSAS.

Tale sindrome in genere è associata a segni notturni o diurni, quali russamento, pause respiratorie nel sonno, risveglio con senso di soffocamento, eccessiva sonnolenza diurna, astenia e cefalea mattutina, nicturia, impotenza sessuale, irritabilità e deterioramento intellettuale.

Tutti questi fattori influiscono gravemente sulla qualità della vita del paziente e sono destinati a evolvere verso quadri clinici più gravi, caratterizzati dalla maggiore possibilità di comparsa di patologie quali ipertensione arteriosa sistemica, cardiopatia ischemica, infarto, ipertensione polmonare e aritmie cardiache.

Si stima che la frequenza di OSAS sia del 4% della popolazione (circa 2 milioni di individui) e che soffrano di semplice russamento circa il 30% degli adulti, percentuale che sale notevolmente con l’aumento dell’età.

La patologia è più frequente nel maschio soprattutto se sovrappeso.

Il semplice russamento in genere precede ed è presente in numerosi pazienti affetti da OSAS.

Molti pazienti sono consapevoli di soffrire di alcuni dei segni tipici dell’OSAS ma non di soffrire di una vera patologia o non sanno a chi rivolgersi per diagnosticarla o curarla.

Infine non è da sottovalutare l’importanza sociale della possibilità di intercettare tale patologia in quanto questi pazienti hanno una percentuale di rischio di incidenti automobilistici e sul lavoro notevolmente superiore rispetto al resto della popolazione.

Numerosi sono coloro che almeno una volta all’ anno si recano ne nostro studio per terapie o visite di controllo, da qui l’importanza dell’odontoiatra nella possibilità di intercettare tali pazienti con un adeguata anamnesi e con l’utilizzo di questionari validati per fare screening dell’OSAS.

Il digrignamento notturno è spesso associato alla OSAS come evidenziato in questo video sul bruxismo a cura del dott. Maini

SOFFRI DI OSAS? PRENOTA ORA LA TUA VISITA SPECIALISTICA PRESSO IL NOSTRO STUDIO

Aiuto! Mio marito russa!

Aiuto! Mio marito russa!

  “Mio marito russa e smette di respirare durante il sonno”. Sentiamo spesso queste parole quando trattiamo i disturbi del sonno. Sappiamo che dormire con una persona cara che russa o ha altri problemi di respirazione durante il sonno è un esperienza frustrante....

Lo sapevi che russare non è più un problema?

Lo sapevi che russare non è più un problema?

Sopra i 60 anni il 60% delle persone russa la notte. Il russamento innocuo si manifesta  occasionalmente, per esempio dopo l’assunzione di alcol. Il russamento diventa patologico quando si verifica tutte le notti. Quando ci si addormenta, i muscoli del palato, della...

Vai in bici? lo usi il bite per la bike?

Vai in bici? lo usi il bite per la bike?

Ancora poco diffusi tra gli sportivi, i bite per chi pratica ciclismo e mountain bike possono risolvere due ordini di problemi. Innanzitutto quello della sicurezza, perché chi va in bicicletta può cadere e sbattere la bocca sul manubrio o per terra, con gravi...

Il Bite può aumentare le performance sportive?

Il Bite può aumentare le performance sportive?

Per ottenere buoni risultati nello sport “stringere i denti” non basta: è necessario che l’arcata superiore e quella inferiore coincidano in modo perfetto, per evitare prestazioni al di sotto delle proprie possibilità e disturbi muscolari. Del rapporto tra occlusione...

Scopri come smettere di russare la notte !

Scopri come smettere di russare la notte !

Russare oggi è un problema molto frequente nella popolazione. Si calcola che più del 60% degli uomini e il 40% delle donne sopra i 60 anni russano. Nei trentenni le percentuali sono del 10% e comunque la tendenza al russare cresce dunque vistosamente con l’età. Queste...

Call Now Button