Vengono chiamate “black stain”, le lesioni caratterizzate da una pigmentazione di colore nero causate da batteri cromogeni. Un sorriso sano ed estetico è un requisito importante per le relazioni sociali, sia per gli individui adulti che per quelli in età pediatrica. Alla vista di macchie e strisce nere su i denti dei propri figli, i genitori giustamente si allarmano e si rivolgono al loro dentista di fiducia.

Perché si presentano? E soprattutto, come si possono rimuovere?

Le cosiddette “black stain” sono delle macchie di color nero che si presentano sulle superfici esterne dei denti, parallelamente alle gengive. Queste macchie si estendono per tutta la lunghezza del dente ed iniziano a formarsi sopratutto in età infantile, ma si presentano anche in età adulta.

Queste macchie non provocano danni ai denti, sono invece antiestetiche da vedere, a causa del color nero.

Per rimuovere le black stain consigliamo di rivolgersi al proprio dentista o igienista che, con ultrasuoni e con getto a pressione di bicarbonato, in aggiunta di paste abrasive o lucidanti, riuscirà a trattarle. Al seguito del trattamento, dopo all’incirca 40-50gg si può verificare una recidiva.

Le tecniche all’avanguardia applicate dall’igienista orale per rimuovere le black stain garantiscono un ottimo risultato.

L’articolo mira a sensibilizzare adulti e bambini sull’importanza dell’igiene orale e delle visite periodiche dall’igienista.

Se desideri approfondire vieni a trovarci in studio all'Open Day informativo

Hai notato delle macchie nere sui denti del tuo bimbo? Prenota ora la tua visita

Call Now Button