Non riesci a gustarti ghiaccioli e gelati senza provare fastidio ai denti? Significa che i tuoi denti sono particolarmente sensibili ed è il caso di correre ai ripari.

La sensibilità dentale è diffusa: ne soffre 1 persona su 4. Le CAUSE possono essere diverse:

CARIE NASCOSTE, che spesso si formano fra gli spazi interdentali;

RETRAZIONE GENGIVALE: le gengive lasciano scoperte le radici dei denti, permettendo agli stimoli dolorosi di raggiungere i nervi e scatenare così il dolore;

SQUILIBRI DEI TUBULI DENTINALI, ovvero di quei minuscoli canali che mettono in comunicazione la dentina (subito sotto alla smalto), con la polpa (sotto la dentina).

Vuoi fare un controllo? Prenota ora la tua seduta presso il nostro studio!

ECCO 2 FACILI SOLUZIONI PER ALLEVIARE LA SENSIBILITÀ DENTALE

A CASA: DENTIFRICI E GEL SPECIFICI

Potresti provare con dentifrici a base di sali di stronzio o di fluoro, molto efficaci nel caso il problema sia leggero. 

Risultati migliori si ottengono con specifici gel a base di idrossiapatite, un fosfato di calcio che sigilla i tubuli dentinali e rende la radice più impermeabile agli stimoli esterni.

DAL DENTISTA: VERNICE A BASE DI FLUORO

Il tuo dentista potrebbe consigliarti l’applicazione di una vernice trasparente a base di fluoro, sulle zone ipersensibili. Già dopo la prima applicazione si possono sentirne i benefici, in genere di lunga durata (1-2 anni).

PREVIENI LA SENSIBILITÀ DENTALE CON L’IGIENE ORALE

Una costante igiene orale mantiene la tua bocca sana, riducendo il rischio di soffrire di sensibilità dentale e prevenendo problemi più gravi, come la gengivite.

A CASA

Spazzolare in maniera poco aggressiva, per non danneggiare ulteriormente la dentina. I denti vanno spazzolati sempre in verticale e non in orizzontale, con uno spazzolino dalle setole di media durezza, meglio se specifico per denti sensibili. Fondamentale anche il filo interdentale; da evitare invece il bicarbonato e gli sbiancanti fai da te, che spesso sono abrasivi/corrosivi e dunque ipersensibilizzanti.

DAL DENTISTA

Sottoponiti a regolari sedute di igiene orale professionale, almeno ogni 6 mesi. Il tuo dentista potrà infatti verificare anche la presenza di carie e controllare lo stato delle tue gengive, proponendoti eventuali trattamenti (come l’ozonoterapia).

 

Scarica il nostro ebook GENGIVE IN FORMA, sull'igiene orale e la parodontologia

Ti interessa questo argomento?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere info su questo e tanti altri argomenti!

Accetto la Privacy PolicyAccetto l'utilizzo commerciale dei dati


Scopri i 4 segreti per una perfetta igiene orale

Scopri i 4 segreti per una perfetta igiene orale

PER UNA PERFETTA IGIENE PERSONALE SERVONO SOLO: UN BUON SPAZZOLINO Abbi cura di cambiare lo spazzolino di frequente. Di norma, utilizzandolo 2-3 volte al giorno, dura al massimo due mesi: col tempo le setole si piegano e perdono d’efficacia. Il mio consiglio è di...

Sai cos’è l’igiene orale avanzata?

Sai cos’è l’igiene orale avanzata?

L’IGIENE ORALE AVANZATA CON FOTOBIOSTIMOLAZIONE È UN TRATTAMENTO PER LA CURA DELLE GENGIVE E PER LA PREVENZIONE DELLE MALATTIE PARODONTALI. La fotobiostimolazione è un efficace soluzione di terapia non invasiva consigliata anche a livello preventivo, in abbinamento al...

Alito cattivo? 4 regole d’oro per evitarlo!!

Alito cattivo? 4 regole d’oro per evitarlo!!

L’alito cattivo è un disturbo molto frequente tra le persone, in grado di mettere a rischio le relazioni interpersonali. Può essere indice di diverse patologie, per questo è importante non ignorare il problema. Le cause di un alito cattivo sono molteplici e di varia...

Call Now Button